17 Dic 2010

PRIMO SISTEMA DI EMERGENZA REALIZZATO IN VENETO

13 colonnine sos saranno installate in punti strategici della città di Verona entro il prossimo mese di marzo. Due le funzioni attive: Chiamata SOS e Chiamata Taxi. Nelle colonnine installati Sistemi Interfonici Vingtor-Stentofon forniti da Sostel e collegati alla rete VoIP del Comune di Verona.

Il 16 Dicembre 2010, alla presenza del sindaco Flavio Tosi, dell’assessore comunale alla Mobilità Enrico Corsi e del capo della Polizia Municipale Luigi Altamura, si è tenuta l’inaugurazione ufficiale della prima di una serie di colonnine Sos – 13 in totale – che il Comune di Verona installerà nell’ambito del progetto denominato Patto per Verona Sicura. Si tratta di una delle azioni previste dal protocollo stipulato tra il Comune di Verona e il Ministero degli Interni nel 2008.

Collocata in prossimità di Porta Vescovo, la colonnina Sos permette di:
a) comunicare direttamente con la centrale operativa della Polizia Locale per chiamate Sos;
b) comunicare con la centrale Radio Taxi.
Sostel, coinvolta sin dalle prime fasi di realizzazione del progetto, ha fornito – per l’installazione all’interno delle colonnine – un sistema interfonico Stentofon collegato alla rete VoIP del Comune di Verona e in grado, per mezzo di un particolare registratore, di conservare traccia di tutte le chiamate effettuate.
Sostel ha inoltre fornito un software dedicato che permette alla centrale operativa della Polizia Municipale di identificare l’esatta localizzazione della colonnina da cui la chiamata viene attivata.
“È il primo sistema di emergenza realizzato nel Veneto a disposizione della cittadinanza e completamente integrato con gli altri sistemi telematici già realizzati dal settore Mobilità e messi a disposizione della Polizia Locale”, si legge nella comunicazione pubblicata lo scorso 17 Dicembre 2010 sul sito del Comune di Verona, dove si specifica anche che il sistema di comunicazione realizzato per le colonnine Sos è antivandalico: “All’atto della chiamata la telecamera di videosorveglianza più vicina tra quelle in dotazione alla Polizia Locale punterà immediatamente sulla colonnina Sos per inquadrare la scena al fine di scoraggiare tentativi di azione ingiustificata o danneggiamenti […] Nonostante le scarse risorse dovute ai tagli della Finanziaria, l’amministrazione comunale continua a investire sulla sicurezza, una priorità per i cittadini”, ha affermato Flavio Tosi, Sindaco di Verona (da TGVerona.it).
“Le colonnine hanno all’interno un videocitofono che mette subito in contatto con un operatore alla centrale della polizia municipale o con quella dei radiotaxi, a seconda del tasto che si preme”, ha specificato l’assessore comunale alla Mobilità Enrico Corsi, mentre il presidente dell’Unione Radiotaxi, Bruno Tacchella, ha specificato che “i taxi sono l’unico servizio pubblico attivo 24 ore su 24 e in certi casi, soprattutto la notte, gli autisti svolgono anche una funzione di sicurezza, caricando in auto persone non in grado di guidare perché hanno bevuto oppure che si trovano in difficoltà” (da L’Arena.it).