Televic Axio i-TEC
28 Apr 2016

SOSTEL PER FONDAZIONE SANTA LUCIA: MONITORARE IL PAZIENTE PER LA SUA MASSIMA SICUREZZA CON TELEVIC AXIO i-TEC

Le richieste complesse della clinica romana di riabilitazione e le soluzioni ideate, Televic Axio i-TEC, e messe in opera da Sostel in collaborazione con Progetti Medical Service

Tra dicembre 2015 e gennaio 2016, presso l’ospedale Fondazione Santa Lucia di Roma, Sostel ha installato alcune soluzioni studiate ad hoc per soddisfare richieste molto specifiche dell’utente finale.
Si riportano qui di seguito i punti salienti dell’intervento, che ha portato a soddisfare pienamente le necessità della struttura sanitaria, fortemente interessata a garantire la massima sicurezza ai propri degenti.Il cliente chiede…
L’azienda Progetti Medical Service (Torino), cliente di Sostel, ha da tempo fornito alla Fondazione Santa Lucia di Roma monitor di ultima generazione che permettono di controllare in tempo reale i parametri vitali dei pazienti a cui sono collegati. La necessità da soddisfare è quella di inviare agli operatori presenti in reparto l’allarme generato da questi monitor, qualora si verifichi una variazione critica dei parametri del singolo paziente.

…Sostel risponde
Attraverso l’utilizzo del sistema di chiamata Televic Axio i-TEC, Sostel offre al cliente la possibilità di gestire questa tipologia di allarmi e, grazie ai dispositivi installati in camera, di tacitarli localmente tramite l’utilizzo di chiavette magnetiche identificabili singolarmente, registrando inoltre tutti gli eventi connessi (ora di attivazione dell’allarme, ora d’intervento, ora di tacitazione). Per una maggiore sicurezza, vengono inoltre installate all’esterno delle stanze, in corrispondenza delle porte, lampade di segnalazione a LED, caratterizzate da elevata visibilità e basso consumo energetico.
Ogni segnalazione di allarme, come richiesto dal committente, viene inviata all’operatore o agli operatori incaricati su un dispositivo portatile GSM in loro dotazione: attraverso l’utilizzo di un’interfaccia ESPA e di un software sviluppato ad hoc, le informazioni relative all’allarme ricevuto vengono tradotte in forma di chiamata diretta al portatile con l’utilizzo di una voce sintetizzata che fornisce le indicazioni sul luogo da cui proviene l’allarme stesso.

Le ulteriori richieste e le soluzioni proposte da Sostel
Approvata la soluzione proposta e analizzati tutti i dettagli installativi e operativi, l’utente finale ha richiesto ulteriori integrazioni per risolvere altri problemi legati alla gestione di particolari tipologie di pazienti presenti nella struttura. Tra questi, la possibilità di segnalare l’eventuale mancanza di movimento in pazienti allettati.
Sostel e Progetti Medical Service si sono immediatamente attivate per trovare una soluzione che si integrasse perfettamente con quanto già proposto.
Effettuata una rapida ricerca di mercato, Sostel ha individuato, con la collaborazione di un produttore di sensori di movimento, una soluzione che sicuramente avrebbe soddisfatto al meglio quanto richiesto: un sensore da posizionare sotto il materasso che, dopo opportuna taratura, è in grado di rilevare il battito cardiaco del paziente e che invia un allarme in caso di assenza di segnali vitali per un intervallo di tempo programmabile. Presi i contatti con la società specializzata in questa tipologia di dispositivi ed effettuati gli obbligatori test in laboratorio per verificarne la compatibilità col sistema di chiamata infermiera Televic Axio i-Tec, la soluzione è stata proposta al cliente, che la ha approvata con soddisfazione.
Successivamente, viste le potenzialità dei vari sistemi proposti, l’utente finale ha voluto pensare anche ai pazienti che si muovono autonomamente all’interno del reparto attraverso l’utilizzo di sedie a rotelle, chiedendo come potesse essere segnalata un’eventuale caduta accidentale o assenza dalla seduta, ma soprattutto il punto di provenienza dell’allarme.
Chiaramente tutte queste informazioni avrebbero dovuto seguire la stessa procedura applicata sino a quel momento. Sostel ha pertanto interpellato un proprio partner straniero, assolutamente all’avanguardia nella gestione degli allarmi wireless.
Ogni carrozzina è stata dotata di un cuscino speciale in grado di riconoscere l’eventuale assenza di peso e di un dispositivo wireless che può inviare un allarme. Per identificare il luogo di provenienza dell’allarme si sono installate 6 antenne stand-alone (posizionatori) che inviano costantemente il proprio dato di posizione; quando la carrozzina transita in corrispondenza di un posizionatore, il dispositivo wireless memorizza il dato di posizione e, in caso di un evento di caduta, lo trasmette ad un ricevitore che, via LAN, lo inoltra al sistema Televic affinché possa giungere via GSM agli operatori.
Con questo dato l’operatore sarà in grado di sapere dove si trova il paziente che ha bisogno d’aiuto.
Anche in questo caso, vista la particolare attenzione alla sicurezza, sono stati eseguiti moltissimi test in sede, in quanto il sistema wireless doveva obbligatoriamente integrarsi col sistema di chiamata Axio i-TEC sulla stessa rete LAN e garantire la perfetta interpretazione degli allarmi prima che questi fossero trasmessi ai vari operatori.

Obiettivo raggiunto
L’utente finale aveva deciso in un primo tempo di dotare di questi dispositivi un solo piano della struttura. Ma, considerata l’altissima versatilità del sistema di controllo cadute, ha infine disposto l’adozione delle soluzioni proposte da Sostel in tutti e sei i piani componenti l’edificio dell’ospedale di riabilitazione.

Scheda tecnica dell’intervento
Cliente: Progetti Medical Service – Torino
Utente finale: Fondazione Santa Lucia – Roma
Richieste: inoltro allarmi relativi al monitoraggio dei pazienti, allettati e non, agli operatori incaricati.
Periodo di realizzazione: Dicembre 2015 – Gennaio 2016