25 Gen 2019

SOSTEL E HARMONIE CARE PER LA CASA DI RIPOSO DOMENICO CARDO DI COLOGNA VENETA

Sostel ha fornito, in collaborazione con l’azienda Harmonie Care di Reggio Emilia, 18 travi testaletto modello Jib LED per la casa di Riposo Domenico Cardo di Cologna Veneta.

Nel mese di dicembre 2018 si è conclusa presso il nuovo nucleo della Casa di Riposo Domenico Cardo di Cologna Veneta (VR) l’installazione di travi testaletto modello Jib LED fornite da Sostel in collaborazione con Harmonie Care (HCh Spa), azienda di Reggio Emilia fondata nel 1978 e specializzata nella progettazione di arredi per residenze sanitarie e assistite.

L’installazione delle travi testaletto Jib LED rientra nel più ampio progetto di ampliamento della casa di riposo, con la conseguente apertura di un nuovo nucleo della RSA per 18 posti letto riservati ad anziani non autosufficienti.

A seguito di un bando di gara indetto nel mese di giugno 2018, Harmonie Care si è aggiudicata l’appalto per la per progettazione, fornitura e installazione degli arredi per il nuovo nucleo della RSA.

Andrea Teodoro, Project Manager per HCh, descrive così il lavoro svolto: “Il progetto di Harmonie Care è stato valutato positivamente in fase di gara, ottenendo il punteggio più alto dalla commissione tecnica. Abbiamo fornito tutto il necessario per la realizzazione del nuovo nucleo da 18 posti letto: letti, comodini,armadi e altri arredi. Per le travi testaletto ci siamo avvalsi della collaborazione di Sostel, che ci ha proposto il modello Jib LED, risultato pienamente conforme alle specifiche del capitolato di gara sia per quanto riguarda le necessità di illuminazione sia per la dotazione di moduli elettrici”.

Positivo anche il feedback sulla collaborazione con il reparto commerciale e tecnico di Sostel: “Sostel si è dimostrata molto collaborativa e disponibile sia commercialmente, incontrando direttamente il committente per capire le reali necessità e modifiche da fare rispetto alla richiesta di capitolato e facendo anche un sopralluogo in cantiere, che tecnicamente, intervenendo direttamente con il proprio personale per risolvere un problema riscontrato durante l’installazione dei testaletto”.